Il Palagio di Parte Guelfa torna al suo splendore. – Ebbene sì, dopo due anni di cantiere con all’interno di tutto e di più, è stato finalmente completato il restauro del Palazzo di Parte Guelfa.

“dal merlo in caduta, allo smog, alle croste nere, allo spacciatore che “lavorava “ a nostra insaputa sui ponteggi, alla doratura, all’ argentatura, al rosso carminio, ai bellissimi stemmi sia lapidei che policromi, alla lunetta affrescata, alla costante presenza dei tecnici del Comune!

Insomma… Un cantiere davvero impegnativo ma coinvolgente!

Palagio di Parte Guelfa a Firenze
Palagio di Parte Guelfa

Lavorazioni di restauro del Palagio di Parte Guelfa a Firenze (FI)

  • Consolidamento strutturale di tutte le creste sommitali- smontaggio e rimontaggio dei merli
  • Applicazione di biocida, pulitura, consolidamento, stuccatura e applicazione di protettivo di tutte le facciate in pietra forte
  • Applicazione di biocida, pulitura, consolidamento, stuccatura e applicazione di protettivo di tutte le architetture (bifore, monofore, capitelli e colonne) in pietra forte e marmo.
  • Applicazione di biocida, pulitura, consolidamento, stuccatura e applicazione di protettivo di tutti gli stemmi lapidei
  • Rifacimento e coloritura degli intonaci
  • Restauro delle decorazioni a graffiti
  • Restauro delle finestre lignee
  • Restauro lunetta affrescata e stemma in ingresso 

Lavorazioni restauro OS2-A e og2

  • Inizio lavori: novembre 2017
  • Fine lavori: gennaio 2019

Palagio Di Parte Guelfa A Firenze (FI)

Flickr Album Gallery Powered By: WP Frank

ll Palagio di Parte Guelfa a Firenze

Il complesso edilizio risale ai primi anni del XIV secolo ed ampliato in due successive fasi durante il 1400, presumibilmente anche con opere da attribuirsi al Brunelleschi.

Il Palagio dei Capitani di Parte Guelfa, o più semplicemente Palagio di Parte Guelfa di Firenze nacque come sede di una delle magistrature più importanti del Medioevo fiorentino.

Dalla metà del XVI secolo, a partire dall’intervento del Vasari, la fabbrica subì numerose trasformazioni, che ne modificarono l’originaria conformazione. 

Fu solo nei primi anni del 1900 che l’edificio, sopravvissuto alle demolizioni legate al risanamento del centro di Firenze, fu protagonista degli importanti lavori di restauro, affidati ad Alfredo Lensi, che contribuirono a donare al Palagio l’attuale conformazione.

Il Palazzo, nuovamente danneggiato dalle mine tedesche nell’agosto del 1944 e successivamente oggetto di diversi restauri trà cui l’ultimo terminato nel gennaio 2019, è oggi uno degli edifici più rappresentativi del centro storico di Firenze.

Personale coinvolto nell’intervento di restauro

Direzione Servizi Tecnici
Servizio Belle Arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio

Dirigente Area di Coordinamento Tecnica, Direzione Servizi Tecnici, Servizio Belle Arti e fabbrica Palazzo Vecchio:Arch. Giorgio Caselli

Responsabile unico del procedimento: Arch. Tommaso Muccini

Progetto Architettonico: Arch. Tommaso Muccini

Direttore dei Lavori: Arch. Stefano Rinaldi

Ufficio di Direzione dei Lavori: Geom. Sarah Monaci, Pietro Di Tore

Soprintendenza Beni Architettonici

Funzionario Soprintendenza: Arch. Fulvia Zeuli

Coordinatore della sicurezza in esecuzione: P.I. Marcello Cipriani

Restauratrici

Catia cuccovia 
Lucia De angeli
Claudia crocini

Impresa esecutrice e Direzione Tecnica

Lazzarotti Francesca– via Aurelia Ovest, 68 – 54100 – Massa (MS)